Come installare un impianto fotovoltaico gratis

Installare un impianto fotovoltaico gratis è possibile grazie alle opportunità concesse da diversi enti, che permettono di realizzare a costo zero sistemi solari che dopo un certo numero di anni (solitamente venti) diventano in maniera definitiva di proprietà dell’utente. Per esempio, per un’abitazione con una potenza impegnata di quattro chilowatt, con impianto in comodato d’uso, l’energia che viene prodotta dall’impianto garantisce un risparmio quotidiano notevole. Vale la pena di mettere in evidenza che in qualsiasi momento c’è la possibilità di riscattare l’impianto, diventandone immediatamente proprietari, a un prezzo che viene dilazionato nel corso degli anni. Di norma le ditte costruttrici si assumono la responsabilità della gestione delle varie pratiche amministrative, così come sostengono la totalità dei costi che servono ad allacciare e realizzare l’impianto, connettendolo alla rete di distribuzione. La stessa cosa vale per la manutenzione, che viene pagata dalla ditta. L’utente, in sintesi, può godere di un risparmio eccellente, che si traduce in consumi della bolletta ridotti e soprattutto nel non dover pagare niente al fornitore precedente di energia elettrica.

Come installare un impianto fotovoltaico gratis

L’impianto fotovoltaico è gratis, come detto, visto che viene installato secondo la procedura del comodato d’uso, e dopo un tot di anni passa automaticamente di proprietà, senza che sia necessario versare alcun contributo, né realizzare altri lavori nel corso della vita dell’impianto. Non va sottovalutato, per altro, il fatto che la presenza, sul tetto di un immobile, di un impianto fotovoltaico può contribuire a migliorare e aumentare la classe energetica, e di conseguenza il valore economico dell’immobile stesso.
Come si può notare, l’opportunità di ricorrere al fotovoltaico gratis nasconde un duplice vantaggio: da una parte permette di produrre energia pulita, risparmiando in maniera evidente sulla bolletta elettrica; dall’altra parte consente di installare un impianto senza dover spendere soldi, semplicemente stabilendo un accordo di comodato d’uso con la ditta costruttrice. Si tratta di una metodo decisamente conveniente, su cui vale la pena di riflettere soprattutto in un momento come quello attuale in cui gli incentivi fiscali messi a disposizione dal governo risultano alquanto limitati, e destinati a diminuire nel corso del tempo.